L’ultima della Zannella Basket è una festa. Battuta Pozzuoli L’ultima della Zannella Basket è una festa. Battuta Pozzuoli

Sport

L’ultima della Zannella Basket è una festa. Battuta Pozzuoli

Oggi in città ci si è ripreso quello che per anni era stato tolto, ha vinto la passione e, perché no, ha vinto la comunione di intenti, sentimento chiave per il raggiungimento di qualsivoglia risultato, nello sport come nella vita sociale.

Francesco Petrigna - 06/06/2016

Dopo un campionato condotto dalla prima all’ultima giornata la Zannella Basket archivia finalmente una delle stagioni più esaltanti della propria storia. L’ultima giornata della Poule promozione, che vedeva i normanni sfidare la Virtus Pozzuoli, è stata poco più di una passarella che si è conclusa con una schiacciante vittoria per i cefaludesi che stravincono il girone con uno score di 6 vittorie e 0 sconfitte.

Pozzuoli parte forte, per i puteolani la sfida non ha alcun significato ai fini della classifica in quanto, come seconda, sono già sicuri di giocarsi tutto in uno spareggio che si giocherà Sabato prossimo contro Agropoli in campo neutro.

Tre tiri da oltre l’arco di Orsini siglano il 5-11 per gli ospiti che continuano a comandare il match grazie ad una buona attitudine difensiva ed un gioco molto perimetrale.

Il primo quarto si chiude sul 21-26 per i campani, maluccio i padroni di casa che, forti della qualificazione in serie B già ottenuta, mettono in scena una gara su ritmi da “ultimo giorno di scuola”. Coach Priulla però non ci sta ed alza la voce, gli uomini recepiscono e scendono in campo con un piglio diverso, Sims trascina i suoi fino al primo vantaggio sul 30-29 a metà secondo quarto, De Lise e Baiardo completano l’opera fino al 47-38 di fine tempo.

Nella ripresa i ritmi non variano, anzi, è il Cefalù a prendere una volta per tutte le redini del match grazie al solito Cooper e un Malagoli in grande spolvero. Il lungo modenese aggiunge alla solita buona difesa anche una prestazione eccezionale in attacco realizzando 23 punti con soli 3 errori al tiro.

Dopo l’82-73 di fine terzo quarto, l’ultimo periodo scivola via liscio come l’olio per i cefaludesi che in totale controllo si permettono di dare minutaggio anche agli under del vivaio locale Fiduccia, Modaro e Mezzapelle. I puteolani rispondono principalmente con l’americano Lewis ( 19 pt ) e il montenegrino Pekic (15) ma il loro talento offensivo non basta per arginare una Zannella Basket straripante.

Il finale recita 111-82 per i padroni di casa che approdano così in serie B dopo un playoff con la casella delle sconfitte immacolata.

La vittoria con ampio margine è il preludio ad una festa promozione memorabile, con l’amministrazione comunale nella persona del Sindaco Rosario Lapunzina che ha premiato la squadra campione del girone playoff. A seguire un vero e proprio corteo, composto da tifosi, appassionati e dirigenti, che festante ha scortato la squadra fino alla Cattedrale di Cefalù dove si è conclusa ufficialmente la stagione sportiva con le foto di rito.

Si chiude così una stagione entusiasmante per il basket cefaludese che dopo quattordici anni ritorna nella terza serie cestistica nazionale e si prende per una sera la rivincita per tutte le stagioni del passato, anche recente, che non hanno dato lustro ad una cittadina ed una pubblico così affiatato.

Significative le testimonianze di tutti, tra staff e atleti, che hanno voluto dedicare questa vittoria all’intera cittadinanza, quest’ultima ha sempre ricambiato con un affetto fuori dalla norma anche per una squadra di serie B ed oggi ne raccoglie i frutti. E’ finita come in molti si auguravano, il basket ringrazia Cefalù e Cefalù ringrazia il basket.

Oggi in città ci si è ripreso quello che per anni era stato tolto, ha vinto la passione e, perché no, ha vinto la comunione di intenti, sentimento chiave per il raggiungimento di qualsivoglia risultato, nello sport come nella vita sociale.

Zannella Cefalù: Sims 25, Cooper 14, Malagoli 23, Modaro, Baiardo 7, Mollura 7, Fiduccia, Sodero 11, De Lise 15, Terrasi 9. Coach. Priulla
Gma Pozzuoli: De Rosa 3, Orefice 9, Salzillo, Pekic 17, Orsini 11, Esposito 4, Aprea 6, Errico 5, Loncarevic 8, Lewis 19. Coach. Serpico


LEGGI ANCHE


CEFALU'

17/08/Iurato, Caccamo, Zanicchi, i Nomadi nel cartellone estivo
17/08/Venerdì concerto di Deborah Iurato e Giovanni Caccamo
17/08/Giunge alla 7° edizione la manifestazione Passeggiata sul Mare
17/08/Da Caltavuturo arrivano i Gruppi Folk internazionali
17/08/Il Real Teatro di S. Cecilia e il Carnevale di Palermo

Il Real Teatro di S. Cecilia e il Carnevale di Palermo

17/08/Iurato, Caccamo, Zanicchi e i Nomadi nel calendario estivo
10/08/Al via il progetto “ScopriAmo Gratteri”, c
10/08/il Castello di Roccella ospita il Wanderlust Jazz Duo
09/08/Il reliquiario con le Lacrime in visita a Gratteri
08/08/E' scomparso il maestro Angelo Cangelosi
07/08/Al Via questa sera la XVIII Mostra Mercato
07/08/Anche i Giochi di Fuoco il 13 agosto
05/08/Museo Mandralisca: ad agosto nuovo orario
02/08/Primo posto per la poetessa Margherita Neri Novi
01/08/Torna a riunirsi il Consiglio comunale

Finalmente un nome alle vie in importanti contrade

30/07/Oggi la manifestazione Spiagge e fondali puliti
27/07/Due eventi da non perdere nel prossimo week - end
27/07/Presentazione del libro Il miraggio della terra nella Sicilia post-risorgimentale
26/07/Il prof. Salvatore Piazza ricorda il Maestro Nino Ippolito
26/07/Lettara aperta ai cittadini di Pedalino e Ficano
26/07/Incendio in contrada stretto: nota dell'Assessore Taravella
25/07/Lo Street Food Festival cerca proprio te!
24/07/ Happening en plein air di ventuno pittori , successo di pubblico
24/07/Questa sera il The Bass Quartet in Concerto con Musiche da Film
23/07/Un mondo di Felicità per Davide e Alida