prodotti-madoniti

La manna delle Madonie: un benessere per l’organismo

La manna è il prodotto che deriva dall’incisione del Frassino. Le incisioni vengono effettuate da sapienti contadini nei mesi di luglio, agosto e settembre. Il liquido che furiesce dalle incisioni, si rapprende lungo il tronco oppure scorre fino al piede della pianta. Quando si rapprende lungo il tronco, forma i cannòli. Quando scorre fino al piede della pianta, prende il nome di manna in sorte. La manna viene prodotta seguendo le tecniche tradizionali, tramandate nelle famiglie contadine da padre in figlio. La manna viene ormai prodotta soltanto in due paesi del Parco delle Madonie, Castelbuono e Pollina, in Sicilia. La tradizione, la qualità, la naturalità, la tipicità, la genuinità e l’unicità, più il benessere per l’organismo, scaturente dal suo consumo, sono qualità caratteristiche della manna delle Madonie.

Da un punto di vista commerciale, la manna si diversifica in quattro categorie in base al metodo di raccolta e quindi alla percentuale di impurità presenti.
Ecco elencate in ordine di qualità:

  • Manna frassino cannolo: E’ riconoscibile perché ha colore bianco, forma di stalattite e una dimensione di almeno 3 centimetri. Non contiene impurità;
  • Manna frassino drogheria: E’ una manna che contiene il 2% di impurità e una umidità pari al 4 %;
  • Manna frassino lavorazione tipo “Pollina”: E’ una manna che contiene il 3% di impurità e una umidità pari al 7%;
  • Manna frassino lavorazione tipo “Castelbuono”: E’ una manna che contiene il 4% di impurita e umidità pari al 7%.