Come pulire il materasso in modo definitivo: ecco la tecnica perfetta

Tutti siamo portati in maniera diversificata, a riposare ed è da sempre stato evidenziato che l’importanza del sonno nella sua giusta quantità ma anche nella qualità è fondamentale qualsiasi cosa decidiamo o siamo portati a fare nel corso della giornata. Ragion per cui mantenere una forma di benessere minimo attraverso la ricerca di uno standard anche igienico del materasso, la “base” effettiva del letto, è fondamentale anche ricordarsi l’importanza del prendersi cura di questa parte importantissima della nostra casa e della nostra quotidianità. Come pulire il materasso può sembrare qualcosa di non così importante ma è esattamente il contrario.

Esistono varie tecniche che possono diventare parte delle nostre dirette abitudini ed anche risultare qualcosa di strettamente legato alla propria normalità.

Come pulire il materasso in modo efficace ed efficiente seguendo pochi “step”? Analizziamolo insieme.

Come pulire il materasso in modo definitivo: ecco la tecnica perfetta

Non è necessario farlo ogni giorno, in quanto la pulizia passa anche attraverso il “mantenimento” di una serie di abitudini al fine di rendere il tutto non così pesante.

Tutto parte da una forma di considerazione che si deve avere di un materasso: uno di buona qualità ha una “vita” di circa 10 anni, e tutto parte da una manutenzione che inizia da quando si smette di usarlo, una volta alzati infatti è utile rimuovere le lenzuola e spostare i cuscini, permettendo così di “arieggiare” il materasso lasciando quanto più possibile le finestre aperte ed è sufficiente almeno un quarto d’ora. Se è presente la condizione meteorologica giusta, è una buona idea rimuovere la biancheria dal letto e lasciarla al sole per almeno un’ora in modo da ridurre al minimo l’umidità accumulata durante la notte.

Una volta al mese quantomeno è un’ottima idea sbattere accuratamente il materasso utilizzando il caratteristico arnese conosciuto come battipanni oppure una spirapolvere con la sezione adatta esattamente alla superficie dei materassi, o ancora meglio uno strumento a vapore, che permette così di igienizzare senza utilizzare direttamente detersivi sullo stesso.

Utilizzando una soluzione formata da aceto e limone da applicare direttamente su macchie corrispondenti a sangue, urina e simili, possiamo rimuoverne rapidamente le tracce (per il sangue è sufficiente utilizzare acqua ossigenata se è fresca).

Per le macchie di sudore è sufficiente fare ricorso al bicarbonato di sodio, dopo aver aggiunto un po’ di acqua sulla macchia va applicato un po’ di bicarbonato da lasciar “asciugare” per poi essere rimosso dopo almeno un’ora con l’aspirapolvere.

Lascia un commento