Il cliente ha diritto al bicchiere d’acqua gratis al bar? Ecco la risposta

Se sei un amante del caffè espresso e ti sei mai chiesto se il bicchiere d’acqua gratuito al bar sia un tuo diritto, allora sei nel posto giusto. Oggi cercheremo di rispondere a questa domanda, spiegando che i bar non sono obbligati a fornire gratuitamente il bicchiere d’acqua né ai clienti abituali né a quelli occasionali.

Questa pratica, tipicamente italiana e variabile da regione a regione e da città a città, non è un diritto del cliente. Inoltre, cercheremo di capire perché è normale che al bar ti facciano pagare il bicchiere d’acqua richiesto dopo il caffè e perché non è possibile reclamare.

In alcune città, come Napoli, quando si ordina un caffè schiumato, espresso, macchiato, in vetro o americano, viene sempre servito un bicchiere d’acqua liscia o frizzante, a scelta del cliente. Questa non è una imposizione, ma una consuetudine radicata nella cultura partenopea, come Pulcinella, Maradona, la sfogliatella e la pizza.

Per un napoletano, pagare il bicchiere d’acqua insieme al caffè al bar è inconcepibile. Al contrario, un turista, sia italiano che straniero, rimane sorpreso quando scopre che l’acqua al bar viene offerta gratuitamente. Tuttavia, il bar non è obbligato a fornire gratuitamente l’acqua al cliente.

Non esiste una legge che imponga all’esercente di fornire gratuitamente l’acqua, né al cliente abituale che viene ogni mattina per fare colazione con caffè e cornetto, né al cliente occasionale. La legge richiede solo che il bar disponga di una fonte d’acqua potabile, ma non vieta di far pagare il bicchiere d’acqua al cliente che lo richiede. Spetta al barista decidere se far pagare l’acqua, offrirla gratuitamente o fornire il bicchiere gratuitamente solo in determinate situazioni.

Di solito, se si deve pagare il bicchiere d’acqua, ciò viene indicato nel menu. Anche l’acqua del rubinetto ha un costo. Pertanto, non è comune reclamare gratuitamente un bicchiere di acqua del rubinetto. Nonostante l’acqua sia un bene comune, quella di un esercizio commerciale è di sua proprietà e può utilizzarla a suo piacimento. Quasi sempre, i bar che offrono gratuitamente l’acqua utilizzano quella del rubinetto, che è depurata e potabile, anziché quella in bottiglia.

Mentre a Napoli è normale richiedere un bicchiere d’acqua al bar senza pagarlo dopo aver ordinato caffè, cornetto o cappuccino, in altri luoghi è normale il contrario, cioè pagare l’acqua al bar. Quindi, se chiedi al barista l’acqua e ti viene richiesto un supplemento, non devi meravigliarti, perché è un suo diritto, non il tuo pretendere l’acqua gratuitamente.
Continua a leggere su MediaTurkey: Il cliente ha diritto al bicchiere d’acqua gratis al bar? Ecco la risposta

Lascia un commento