Difese immunitarie basse: ecco da cosa potrebbero dipendere

Se si è spesso ammalati, è probabile che le difese immunitarie del proprio organismo siano deboli. Tuttavia, molte persone non sono consapevoli di questo fattore. Ci si chiede perché alcune persone non si ammalano mai, mentre altre hanno sintomi influenzali o raffreddore ogni mese. La risposta è che tutto dipende dalle difese immunitarie. Quando queste sono forti, ci proteggono dalle malattie, ma se sono deboli, non possono difenderci e ci ammaliamo. La chiave per mantenere alte e forti le difese immunitarie risiede in un unico fattore, ovvero lo stato dell’intestino. Un intestino sano e con una flora batterica buona favorisce difese immunitarie vigorose, mentre un intestino con batteri nocivi e in cattivo stato provoca difese immunitarie deboli. Più del 70% del nostro sistema immunitario deriva dall’intestino. Quando ci ammaliamo, spesso sperimentiamo anche disturbi intestinali. Pertanto, è fondamentale rafforzare il sistema immunitario per evitare di ammalarsi frequentemente e mantenere una buona salute. Ci sono due modi principali per farlo: l’alimentazione e l’integrazione con prebiotici appropriati. L’integrazione con prebiotici specifici può ottimizzare il microbiota intestinale e quindi aiutare a rafforzare le difese immunitarie. Per quanto riguarda l’alimentazione, i cibi ricchi di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti sono i migliori alleati del sistema immunitario. È importante consultare il proprio medico per l’integrazione con prebiotici, in base alle proprie esigenze.
Continua a leggere su MediaTurkey: Difese immunitarie basse: ecco da cosa potrebbero dipendere

Lascia un commento