Alitosi: ecco cos’è e quali rimedi utilizzare per l’alito cattivo

Al risveglio, è comune notare un alito cattivo persistente, noto come alitosi mattutina. Questo fenomeno, seppur fastidioso, è naturale e può essere migliorato con una buona igiene orale. La presenza di composti chimici sulfurei, derivanti dalla decomposizione dei residui di cibo nella bocca durante la notte, è responsabile dell’odore sgradevole. Una corretta igiene orale, che includa la pulizia dei denti, delle gengive e della lingua, può aiutare a ridurre questo problema e garantire un alito fresco.

Per mantenere un alito fresco, è importante dedicare attenzione alla pulizia dei denti e della lingua prima di dormire. Curare eventuali infiammazioni gengivali è altrettanto importante per la salute orale complessiva. Le scelte alimentari svolgono un ruolo significativo nel contrastare l’alito cattivo. Evitare cibi ricchi di grassi o piccanti, soprattutto a cena, può contribuire a ridurre la formazione di odori sgradevoli. Al contrario, si consiglia di consumare legumi e verdure cotte per favorire una digestione leggera e ridurre il rischio di residui alimentari che causano l’alitosi.

Tra gli alimenti utili, le mele sono particolarmente benefiche per neutralizzare i composti responsabili dell’alitosi. Integrarle nella dieta serale può aiutare a mantenere un alito fresco e gradevole anche al mattino. Un approccio equilibrato, combinando un’igiene orale rigorosa e scelte alimentari oculate, può essere un efficace deterrente contro l’alito cattivo, migliorando la salute orale e il benessere complessivo.
Continua a leggere su MediaTurkey: Alitosi: ecco cos’è e quali rimedi utilizzare per l’alito cattivo

Lascia un commento