La storia di Medusa in Percy Jackson cambia rotta allontanandosi dai romanzi e il co-creatore spiega perché

La serie televisiva “Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo” su Disney+ ha debuttato il 27 dicembre, seguendo fedelmente i romanzi di Rick Riordan e aggiungendo nuovi elementi. Uno dei personaggi che ha subito maggiori cambiamenti è Medusa, la cui storia si allontana dal libro e si avvicina al mito originale. Nella serie, Medusa rappresenta una vittoria di Percy Jackson, ma per molti rappresenta qualcosa di più oscuro. Nel mito originale, Medusa è una donna che fa voto di castità, ma viene violentata dal dio Poseidone. Atena la punisce trasformandola in una gorgone. Nella serie televisiva, Medusa ha un importante dialogo con Annabeth, dove fa riferimento al suo passato e a ciò che ha subito. Questo episodio fa riferimento al mito originale in modo adatto all’età del pubblico. Nel terzo episodio, Medusa offre il suo aiuto a Percy per salvare sua madre, ma suggerisce di pietrificare Annabeth e Grover come punizione. Percy la decapita per proteggere i suoi amici, non per vendicare Poseidone o Atena. La serie ha deciso di avvicinare la storia di Medusa al mito originale, offrendo una versione più complessa e fedele del personaggio. Inoltre, esplora le relazioni della gorgone con i genitori dei ragazzi, offrendo una prospettiva diversa rispetto al romanzo originale.
Continua a leggere su MediaTurkey: La storia di Medusa in Percy Jackson cambia rotta allontanandosi dai romanzi e il co-creatore spiega perché

Lascia un commento