Pasta a pranzo, come poterla sostituire per la dieta: varietà e valori nutrizionali

La pasta è un buonissimo alimento anche a dieta ma, dopo un po’, però, può stufare mangiarne sempre. Oggi allora vedremo assiemequali sono le migliori scelte alternative per pranzo o per cena. Rispetto alla credenza popolare di tante persone credono, anche chi è a dieta può proseguire a consumare la pasta anche ogni giorno se vuole.

I carboidrati, difatti, raffigurano una categoria nutritiva sostanziale e non devono mai essere rimossi. Anche perché se togliamo troppo sui carboidrati il nostro corpo comincerà a “saziarsi” con la massa muscolare non avendo più il suo maggiore carburante da cui prendere la tanto importante energia.

Ovviamente se ti trovi a dieta devi fare un po’ di accortezza alle porzioni e stare sul massimo di 80 grammi di pasta a pranzo o a cena. Bisogna dire però che, nel momento in cui si mangia fuori casa, non sempre è pensabile avere 80 grammi di pasta al pomodoro. Pertanto bisogna trovare degli altri alimenti che posseggano le medesime calorie della pasta ma che si possano rinvenire agevolmente anche al bar o in mensa.

Pasta a pranzo, come poterla sostituire per la dieta: varietà e valori nutrizionali

Nella tua dieta è comprensibilmente specificato che a pranzo dovresti consumare80 grammi di pasta. Adesso però vedremo le migliori alternative alla pasta nel momento in cui si è a dieta. Al posto di 80 grammi di pasta, se devi mangiare al bar, puoi serenamente prendere un panino da 100 grammi: le calorie sono le medesime.

Ovviamente bisogna fare attenzione alla farcitura. Preferisci verdure grigliate e tonno senza olio o anche bresaola e rucola o tacchino e pomodoro. O anche puoi scegliere per una piadina da 100 grammi, ancora meglio se integrale. Anche in tale caso attenzione ai ripieni. Sì a insalata, pomodori, verdure arrostite, tacchino, ricotta, bresaola, tonno al naturale. Meglio non metterci i salumi e gli insaccati, i formaggi grassi, le verdure sott’olio e le salse.

Se vi trovate in mensa o in una tavola calda, puoi rimpiazzare la pasta con 300 grammi di patate lessate o al forno da accompagnare con un petto di pollo alla piastra o del tacchino o del merluzzo. Se, all’opposto, sei per strada di corsa e non hai neppure il tempo di pranzare, puoi surrogare 80 grammi di pasta con 150 grammi di castagne: le calorie sono le medesime e potresti concederti un caratteristico sfizio invernale.

Insomma, si a sugo di pomodoro o verdure o funghi, no a salse a base di formaggi o panna nei vari panini o ripieni per un pranzo veloce.

Lascia un commento