Quali alcolici evitare quando si segue una dieta per dimagrire: la lista

Ci sono diversi alimenti che più di altri fanno ingrassare e che andrebbero parecchio limitati nel momento in cui si prende la decisione di cominciare una dieta. Oggi vedremo assieme se, per quanto riguarda gli alcolici, vale la medesima problematica. 

Ci soffermeremo soprattutto su quali sono tra birra, cocktail e vino quelli con più grande contenuto calorico e che possono perfinofarci aumentare di peso. È una situazione rilevante considerato il fatto che sono in tanti, pur bevendo con moderatezza, a volersi elargire una birretta dopo una giornata di duro lavoro o anche un ottimo calice di vino a cena o ancora un cocktail nel corso dellaserata con gli amici, credendo che limitandone l’utilizzo non ingrasseranno. 

In realtà anche gli alcolici ricadono sull’organismo, tanto più se bevuti in maniera giornaliera. Basti ragionare sul fatto che, come giunto fuori da uno studio orientato dal Cancer CouncilVictoria (Australia), bere ogni giorno una bottiglia di birra potrebbe trovare con perlomeno cinque chili in più di peso alla fine dell’anno. 

Quali alcolici evitare quando si segue una dieta per dimagrire: la lista

Bersi una birretta giornaliera, tanto più se si fa una vita in prevalenza sedentaria, farà accrescere il perimetro addominale. Successivamente, dall’analisi fatta dal team australiano è venuto fuori che un bicchiere di vino rosso da 12 gradi implica un apporto di 70 calorie; sono all’opposto ben 100 le calorie racchiuse in una bottiglia di birra da 375 ml. 

All’opposto un famoso cocktail, cioè il Cuba Libre fatto da rum e cola ha un contenuto di oltre 200 calorie. Bere quattro cocktail durante lastessa serata potrebbe pertanto condurre ad assimilare oltre 600 calorie, l’equivalente di consumare parecchi bocconcini di pollo o 2 hamburger al formaggio.

Dalla ricerca è per di più emerso che la minaccia concreta al peso è specificata, in particolare, dal fatto di mescolare tra loro alcolici diversi. In merito allo studio uno dei suoi autori ha sottolineato che oltre alle grandi misure presenti in un bicchiere o in una bottiglia, le calorie dell’alcol attraversano l’organismo con grande velocità.

Ed è tale la ragione che porta a consigliare di bere tale tipo di bevande con consapevolezza di causa ed evitando di farlo costantemente, bensì dilatandone nel tempo la consumazione. La raccomandazione è per di più quella di puntare sui così chiamati drink salutari, ovvero alcolici a basso contenuto di carboidrati.

Si sconsiglia ulteriormente di bere bevande alcoliche differenti nel medesimo momento e di limitare l’utilizzo di cocktail a due drink in un giorno.

Lascia un commento