Proteine: ecco a cosa servono e in quale alimento trovarle

Le proteine costituiscono innegabilmente una base nutrizionale essenziale per praticamente ogni individuo, poiché svolgono numerose funzioni cruciali. Solitamente, vengono assunte attraverso l’alimentazione o tramite integratori. Spesso consideriamo le proteine in modo generico, ma ovviamente ci sono delle differenze sostanziali, di cui tener conto per avere un impatto complessivo sul nostro organismo.

Sono molte le persone che si chiedono a cosa servono esattamente, dove si trovano e anche qual è effettivamente il nostro fabbisogno giornaliero.

È quindi molto utile avere una visione chiara e generale delle proteine, soprattutto per chi ha uno stile di vita sportivo. È quindi importante anche non consumarne in eccesso dato che potrebbe compromettere alcune funzionalità del nostro corpo.

Proteine: ecco a cosa servono e in quale alimento trovarle

Le proteine sono un pilastro fondamentale per il nostro organismo e svolgono sicuramente un ruolo chiave per il rinnovamento dei tessuti corporei e favoriscono anche lo sviluppo muscolare attraverso un processo conosciuto proprio come sintesi proteica. Nella categoria dei macronutrienti, queste sostanze svolgono funzioni critiche, collaborando con altri elementi per facilitare la digestione e rafforzare le difese immunitarie.

Le proteine inoltre, donano energia per l’organismo, elemento rilevante in uno stile di vita attivo, dove ci si muove tanto e durante tutto il giorno. Ovviamente però, come abbiamo detto prima, è comunque importante mantenere il consumo proteico entro i limiti di ciascun individuo.

Capiamo ora dove trovare queste proteine negli alimenti che mangiamo. Ovviamente sono contenute in tantissimi cibi che ingeriamo, dalla carne al pesce, ma anche le uova, i legumi, la frutta a guscio, nei semi e nei cereali. La carne rossa contiene grandi quantitativi di proteine, ma ne contiene altrettanti di grassi. Quindi è comunque importante seguire una dieta equilibrata e garantire un apporto giornaliero di proteine in linea con le necessità fisiologiche. Un approccio bilanciato contribuirà a sviluppare un fabbisogno giornaliero “giusto” in termini nutrizionali.

Il fabbisogno proteico si va a calcolare in base al peso corporeo della persona considerata, con una quantità minima di 0,9 grammi per chilogrammo di peso corporeo al giorno per un adulto, che può raddoppiare in caso di intensa attività fisica. Un eccesso di proteine, può manifestarsi attraverso vari segnali come ad esempio, la disidratazione, l’alito cattivo, la difficoltà digestive e la stitichezza.

Questi eccessi possono portare a delle conseguenze anche sull’umore, che spesso viene associato alla carenza di carboidrati. Pertanto, è cruciale mantenere un equilibrio nelle quantità di proteine assunte, adattandole alle specifiche esigenze individuali e al livello di attività fisica praticato.

Lascia un commento