Sintomi e cause della Fibromialgia: attenzione!

In Italia quasi due milioni di persone sono tormentati dalla fibromialgia. Questo è un male quasi sempre sottovalutato che si mostra con sintomi ben definiti. La fibromialgia è difatti una condizione medica permanente contraddistinta da dolore sparso, affligge milioni di persone in tutto il mondo. Soltanto in Italia, pressoché due milioni.

Ma quasi sempre resta misconosciuta e sminuita. Vivere con la fibromialgia è qualche cosa che cagionagrande dolore e necessita una grande forza di volontà per superarla. La fibromialgia è una patologia contraddistinta da dolore muscolo scheletrico diffuso, spossatezza e punti sensibili specifici.

La sua cagione precisa rimane sconosciuta, facendo divenire la diagnosi e il trattamento un compito difficoltoso. Va a colpire in prevalenza le donne, ma può prendere persone di qualunque età e genere. Solitamente, in ogni caso, appare tra i 30 e i 50 anni. I pazienti ammalati da fibromialgia si trovano a dover combattere con sfide quotidiane che vanno oltre il dolore a livello fisico.

La debolezza cronica, i disturbi del sonno e la problematicità a concentrarsi sono solo diverse delle conseguenze che vanno a dar fastidio alla qualità della vita. L’insufficienza di conoscenza sulla malattia può anche condurre a incomprensioni sociali e distacco emotivo. Gli sforzi dell’indagine medica della fibromialgia stanno cercando di capire meglio la sua eziologia e sviluppare trattamenti mirati. 

Al momento, il focus è sulla gestione dei sintomi tramite una mescolanza di farmaci, terapie fisiche e proposte psicologiche. L’educazione sulla malattia è importantissima per accrescere la coscienza tra i professionisti medici e la società in generale. 

La ragione precisa della fibromialgia è tuttora sconosciuta, ma attualmente le ipotesi più attendibili vertono su possibili trasformazioni a livello dei neurotrasmettitori, squilibri ormonali che implicano: appetito, umore, sonno, risposta a situazioni stressanti, comportamento, alterazioni e problemi del sonno, predisposizione genetica e stress.Oltre al dolore, in diversi casi lancinante, quasi sempre sono presenti anche altri sintomi come disturbi del sonno, durezza mattutina, mal di testa, formicolio o intorpidimento delle estremità (mani e piedi), alterazioni del ciclo mestruale, problemi a memoria e pensiero.

Sfortunatamente non vi è ad oggi una cura per far passare effettivamente la fibromialgia, ma i medici hanno a disposizione tanti farmaci e opzioni terapeutiche per sostenere nel controllare e gestire i sintomi.

Suggerito l’esercizio fisico, così come le tecniche di distensione e la diminuzione dello stress. I pazienti con fibromialgia spesso si raffrontano con ‘insufficienzadi comprensione da parte degli altri a causa della natura impercettibile della malattia. Il che, spesso, collega tale patologia anche a sindromi depressive. La rilevanza del supporto sociale e della coscienza nella comunità è cruciale per diminuire lo stigma e perfezionare la vita giornaliera dei pazienti.

Lascia un commento