Muffa in casa? Occhio alle conseguenze sulla salute

In questo freddo periodo la muffa in casa può essere ancor di più un problema molto grave. Non è effettivamente soltanto un problema estetico, ma, anzi, può essere ancor di più un problema per la nostra cara ed importante salute. La muffa in casa è un problema sparso che può infiltrarsi tacitamente nelle nostre case, spaventando non solo la pulizia delle stanze, ma anche la salute dei conviventi. 

Tale fungo microscopico trova terreno produttivoin ambienti umidificati e insufficientemente ventilati, producendo non solo seccature estetici ma anche possibili pericoli per la salute. Sicuramente, c’è anche un tema di aspetto e decoro della nostra casa, dato che quelle macchie, più o meno allargate, sono a dir poco brutte. La muffa si sviluppa in condizioni di umidità e insufficiente ventilazione.

Le penetrazioni d’acqua, le perdite idriche non aggiustate e l’insufficienza di aerazione equa sono fattori chiave che appoggiano la crescita della muffa. Le aree più a rischio implicano cantine, bagni, cucine e spazi poco visitati. La presenza continua di muffa può nuocere la struttura a lungo termine delle case. Le superfici colpite possono essere guastate, e la muffa può spingersi nelle pareti e nelle strutture, ridomandando interventi di riparazione significanti.

Muffa in casa? Occhio alle conseguenze sulla salute

Investire nella salvaguardia da tale problema è di conseguenza non solo una misura di difesa per la salute, ma anche una maniera per difendere il valore della nostra casa nel tempo. La presenza di muffa in casa può avere gravi effetti sulla salute. Le spore di muffa emesse nell’aria possono essere respirate, originando problemi respiratori, come, per esempio, allergie, l’asma, come le allergie a livello di respirazione o la rinite allergica e risentimenti agli occhi e alla pelle, come, per esempio, dermatiti e congiuntiviti.

Le persone con situazioni respiratorie preesistenti, come l’asma, sono parecchio attaccabili. Non solo, la muffa può condurre anche ad affaticamento fisico: cioè rigidità e dolori muscolare, dolori ai legamenti, sensazione di spossatezza, affaticamento e debolezza e problemi di concentrazione, con effetti avversi sulla memoria, vertigini e mal di testa. La prevenzione è fondamentale per batterela muffa. 

Conservare una giusta ventilazione nelle aree soggette all’umidità, riparare possibili perdite d’acqua a tempo opportuno e utilizzare deumidificatori possono cooperare a diminuire il pericolo di formazione di muffa. In caso di aggressione, è importantissimo intervenire prontamente. La rimozione della muffa domanda l’utilizzo di smacchianti specifici e, in casi più gravi, potrebbe essere indispensabile il provvedimento di professionisti.

Lascia un commento