A Poggio in fiamme anche il luogo simbolo dell'accoglienza A Poggio in fiamme anche il luogo simbolo dell'accoglienza

Inferno Cefal¨

A Poggio in fiamme anche il luogo simbolo dell'accoglienza

Nella giornata di ieri, domenica, tanti amici della Casa si sono recati a Poggio per visitare quanto resta del luogo che dagli anni cinquanta li ha visti crescere come giovani ed oggi ne ha accolto anche la crescita dei loro figli.

Redazione - 20/06/2016

Per oltre mezzo secolo Ŕ stata luogo di accoglienza per giovani, famiglie e persone alla ricerca della veritÓ. Da qualche giorno ha dovuto interrompere ogni attitÓ perchŔ le fiamme di giovedý ne hanno distruttuto alcuni luoghi importanti come la cucina, la sala da pranzo ed altri ambienti importanti dove vi si svolgeva la vita. Stiamo parlando della Casa soggiorno źPoggio Maria╗ voluta, costruita e gestita da padre Rosario Mazzola che dal 1988 al 2000 Ŕ stato anche vescovo di Cefal¨. Le fiamme di giovedý vi sono entrate dentro distruggendo quanto hanno trovato nel loro cammino. A chi dirige la Casa non Ŕ rimasto che disdire gli appuntamenti in programma. Uno vi si doveva tenere proprio fra sabato e domenica.

Il fuoco ha divorato anche serrande e sedie, tavoli e armadi, porte e finestre, impianto della luce e stanze da letto. Alcuni pavimenti sono scoppiati e diversi tetti sono crollati. In fumo piante, fiori e la zona destinata al parcheggio delle auto dove si sono sciolte le centinaia di sedie che vi si conservavano e servivano per le manifestazioni e gli incontri. Un piccolo miracolo si Ŕ registrato all'interno della Casa. Il Crocifisso di legno che si trova nel cortile d'ingresso non Ŕ stato intaccato dalle fiamme che pure hanno avvolto l'intera zona.

Nella giornata di ieri, domenica, tanti amici della Casa si sono recati a Poggio per visitare quanto resta del luogo che dagli anni cinquanta li ha visti crescere come giovani ed oggi ne ha accolto anche la crescita dei loro figli. A padre Mazzola, che era presente fra le macerie, tantissimi giovani, molti arrivati da Palermo, hanno manifestato la loro solidarietÓ ma soprattutto la voglia di ripartire presto riportando la vita in quella Casa dove hanno trascorso tanti giorni belli della loro esistenza. Lo scorso due giugno la Casa soggiorno di Poggio Maria aveva celebrato i 51 anni di vita. Per l'occasione erano arrivate tantissime persone per una giornata comunitaria come tante che vi si svolte in questo mezzo secolo al suo interno.








LEGGI ANCHE


CEFALU'

17/08/Iurato, Caccamo, Zanicchi, i Nomadi nel cartellone estivo
17/08/Venerdý concerto di Deborah Iurato e Giovanni Caccamo
17/08/Giunge alla 7░ edizione la manifestazione Passeggiata sul Mare
17/08/Da Caltavuturo arrivano i Gruppi Folk internazionali
17/08/Il Real Teatro di S. Cecilia e il Carnevale di Palermo

Il Real Teatro di S. Cecilia e il Carnevale di Palermo

17/08/Iurato, Caccamo, Zanicchi e i Nomadi nel calendario estivo
10/08/Al via il progetto ôScopriAmo Gratteriö, c
10/08/il Castello di Roccella ospita il Wanderlust Jazz Duo
09/08/Il reliquiario con le Lacrime in visita a Gratteri
08/08/E' scomparso il maestro Angelo Cangelosi
07/08/Al Via questa sera la XVIII Mostra Mercato
07/08/Anche i Giochi di Fuoco il 13 agosto
05/08/Museo Mandralisca: ad agosto nuovo orario
02/08/Primo posto per la poetessa Margherita Neri Novi
01/08/Torna a riunirsi il Consiglio comunale

Finalmente un nome alle vie in importanti contrade

30/07/Oggi la manifestazione Spiagge e fondali puliti
27/07/Due eventi da non perdere nel prossimo week - end
27/07/Presentazione del libro Il miraggio della terra nella Sicilia post-risorgimentale
26/07/Il prof. Salvatore Piazza ricorda il Maestro Nino Ippolito
26/07/Lettara aperta ai cittadini di Pedalino e Ficano
26/07/Incendio in contrada stretto: nota dell'Assessore Taravella
25/07/Lo Street Food Festival cerca proprio te!
24/07/ Happening en plein air di ventuno pittori , successo di pubblico
24/07/Questa sera il The Bass Quartet in Concerto con Musiche da Film
23/07/Un mondo di FelicitÓ per Davide e Alida