Infiorata di Castelbuono: tutto esaurito e diecimila visitatori Infiorata di Castelbuono: tutto esaurito e diecimila visitatori

Eventi

Infiorata di Castelbuono: tutto esaurito e diecimila visitatori

«Siamo riusciti in questi nove anni a far crescere con non pochi sacrifici un evento che è diventato un appuntamento importante conquistando un posto in prima fila nel vasto panorama turistico siciliano» commenta il presidente Jhonny Lagrua

Redazione - 09/06/2016

Tutto esaurito per le strutture ricettive del paese e diecimila visitatori arrivati per la manifestazione. Sono i numeri del successo della nona Infiorata di Castelbuono che si è tenuta nell’ultimo fine settimana. Ad organizzarla l’Associazione culturale Promomadonie Sicilia di cui è presidente Jhonny Lagrua. I numeri del successo dicono che le strutture ricettive di Castelbuono hanno fatto registrare il tutto esaurito, sono stati tantissimi i pullman provenienti da ogni parte dell’Isola che hanno raggiunto sabato e domenica il centro madonita per permettere a migliaia di turisti di ammirare l’infiorata. Sono stati circa diecimila i visitatori, che hanno potuto assistere a spettacoli di sbandieratori, mangia fuochi, balli medievali e rinascimentali.

Associazioni, scolaresche e gruppi di infioratori hanno creato insieme bellissimi momenti di aggregazione e di socializzazione durante la realizzazione dei tappeti floreali trasformando nella notte dell’infiorata la scenografica via Sant’Anna in una cascata di colori e profumi, creando un variopinto e prezioso mosaico con alle spalle l’elegante cornice del Castello dei Ventimiglia. Quattordici i gruppi partecipanti in quest’edizione che dal venerdì pomeriggio, fino alle prime luci del sabato hanno trasformato la via Sant’Anna in un grande cantiere a cielo aperto realizzando una splendida Infiorata avente come tema «la Misericordia».

Lungo il centro storico tanti gli appuntamenti offerti alle migliaia di visitatori: mostre, convegni, spettacoli, musica, concerti, artisti di strada, cortei storici, balli medievali, stend e degustazioni. I turisti hanno potuto ammirare la via Sant’Anna ricoperta di tappeti infiorati e assistere alla 26ª edizione del Giro di Sicilia organizzato dal “Veteran Car Club Panormus” che ha visto il passaggio da corso Umberto e piazza margherita di 162 le vetture storiche. Vi ha partecipato Renato Pozzetto a bordo di una Mercedes 300 SL Roadster del 1957.

Nel pomeriggio di domenica un lungo Corteo Storico con splendidi abiti, composto da circa 400 figuranti, musici e sbandieratori, appartenenti alle Delegazioni scelte tra le più importanti e affascinanti provenienti da tutta la Sicilia, ha creato una suggestiva atmosfera riportandoci indietro nel tempo, rappresentando la storia delle nobili Casate siciliane, sfilando tra i vicoli, le vie e le piazze della cittadina medievale gremite da più di 10.000 visitatori, che hanno potuto assistere a spettacoli di sbandieratori, mangiafuochi, balli medievali e rinascimentali.

«Sono molto soddisfatto del grande successo registrato anche quest’anno – commenta Jhonny Lagrua, presidente dell’associazione Promomadonie - nonostante le miriadi di difficoltà sempre dietro l’angolo fino a qualche giorno prima della manifestazione. Siamo riusciti in questi nove anni a far crescere con non pochi sacrifici un evento che è diventato un appuntamento importante conquistando un posto in prima fila nel vasto panorama turistico siciliano. Il successo ci conferma che da soli non si va in nessun posto, tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro di gruppo, ogni gruppo ha saputo fare la sua parte molto bene costruendo con arte e impegno un puzzle perfetto pronto ad essere offerto alle migliaia di visitatori». Per La Grua la presenza di numerosissimi pullman provenienti da tutte le province siciliane e di visitatori provenienti da altre regioni d’Italia, testimonia l’apprezzamento del pubblico verso un evento di grande richiamo turistico e soprattutto le capacità dell’associazione Promomadonie di attrarre a Castelbuono tantissima gente. «Tutto ciò – conclude - ci ripaga di tutto l’impegno messo in atto durante il lungo periodo che precede la progettazione e la programmazione dell’ Infiorata; prima, durante e dopo, fasi importanti che vanno attenzionate minuziosamente per far si che tutto vada nel verso giusto».








LEGGI ANCHE


CEFALU'

17/08/Iurato, Caccamo, Zanicchi, i Nomadi nel cartellone estivo
17/08/Venerdì concerto di Deborah Iurato e Giovanni Caccamo
17/08/Giunge alla 7° edizione la manifestazione Passeggiata sul Mare
17/08/Da Caltavuturo arrivano i Gruppi Folk internazionali
17/08/Il Real Teatro di S. Cecilia e il Carnevale di Palermo

Il Real Teatro di S. Cecilia e il Carnevale di Palermo

17/08/Iurato, Caccamo, Zanicchi e i Nomadi nel calendario estivo
10/08/Al via il progetto “ScopriAmo Gratteri”, c
10/08/il Castello di Roccella ospita il Wanderlust Jazz Duo
09/08/Il reliquiario con le Lacrime in visita a Gratteri
08/08/E' scomparso il maestro Angelo Cangelosi
07/08/Al Via questa sera la XVIII Mostra Mercato
07/08/Anche i Giochi di Fuoco il 13 agosto
05/08/Museo Mandralisca: ad agosto nuovo orario
02/08/Primo posto per la poetessa Margherita Neri Novi
01/08/Torna a riunirsi il Consiglio comunale

Finalmente un nome alle vie in importanti contrade

30/07/Oggi la manifestazione Spiagge e fondali puliti
27/07/Due eventi da non perdere nel prossimo week - end
27/07/Presentazione del libro Il miraggio della terra nella Sicilia post-risorgimentale
26/07/Il prof. Salvatore Piazza ricorda il Maestro Nino Ippolito
26/07/Lettara aperta ai cittadini di Pedalino e Ficano
26/07/Incendio in contrada stretto: nota dell'Assessore Taravella
25/07/Lo Street Food Festival cerca proprio te!
24/07/ Happening en plein air di ventuno pittori , successo di pubblico
24/07/Questa sera il The Bass Quartet in Concerto con Musiche da Film
23/07/Un mondo di Felicità per Davide e Alida