Pro socialità, altruismo, empatia: … soli o «con» gli altri? Pro socialità, altruismo, empatia: … soli o «con» gli altri?

Psicologia

Pro socialità, altruismo, empatia: … soli o «con» gli altri?

In ambito filogenetico ed ontogenetico (evoluzione della specie e del singolo), studi scientifici attestano il valore e la precocità dei comportamenti collaborativi, partecipativi ed altruistici:

Giuliana Cardinale - 03/06/2016

I comportamenti pro sociali attengono a condotte positive nei confronti degli altri, ad azioni concrete di aiuto, orientate al benessere dei singoli e delle comunità, senza per questo attendersi riconoscimenti o ricompense materiali; l’altruismo, affine all’essere pro sociali, se ne differenzia poiché riguarda la sfera dei sentimenti e dei valori ed è la predisposizione verso il prossimo; l’empatia, è la sensibilità nel sintonizzarsi su stati d’animo e sfumature affettive altrui, cioè la capacità di “sentire” e di saper cogliere l’emotività di un’altra persona. Essa rende possibile l’altruismo e la pro socialità e ne è motivazione di fondo, poiché implica il sapersi “decentrare” da sé, pur mantenendo integra la propria identità.

In ambito filogenetico ed ontogenetico (evoluzione della specie e del singolo), studi scientifici attestano il valore e la precocità dei comportamenti collaborativi, partecipativi ed altruistici: «… a “sopravvivere” e a “evolvere” non è stato l’uomo predatore e competitivo, … ma al contrario l’uomo sociale e cooperativo»*; «… la propensione a donare il proprio aiuto agli altri, osservabile nei bambini molto piccoli, è mediata dalla “partecipazione empatica”. … Si tratta … dell’esteriorizzazione di una propensione spontanea a simpatizzare con qualcuno che si trova in difficoltà».*

Perché affrontare questo tema? Oggi assistiamo costantemente -nel micro come nel macro-, a manifestazioni di esasperato individualismo, a condotte animate da interessi personali, alla competizione non sana ma figlia dell’aggressività, al mancato “riconoscimento” dell’altro e anzi ad azioni violente o distruttive di ciò che è altro e diverso da “me”.

Le conseguenze, deleterie per i singoli e le società, sono visibili a tutti.

Il bisogno di umanità, di sostegno, di comprensione, di partecipazione, la fame di sincerità e autenticità, la voglia di star bene insieme agli altri, la disponibilità, la solidarietà, sono ricercati avidamente e con urgenza ma, sempre più disattesi, alimentano ansie, stress, senso di alienazione e di precarietà, disagi psicologici che hanno radici in una profonda solitudine interiore.

Di fronte ad uno scenario interpersonale così infelice e, fuori da richiami moraleggianti, condivido una riflessione, su ciò che in psicologia riguarda la relazione e l’intersoggettività: oggi, «… l’uomo ha imparato a muoversi liberamente, seguendo la logica dell’autosufficienza e dell’auto affermazione, superando i sensi di colpa verso l’attenuarsi dei legami affettivi. … “nuovi sintomi” hanno dimostrato come l’individuo non può auto realizzarsi né affermando sé contro l’altro, né asserendo sé senza l’altro. … Proprio adesso …, quando l’individuo corre il rischio di ripiegarsi narcisisticamente su se stesso e di diventare “orfano” dell’altro, la psicologia contemporanea riscopre la centralità della mente relazionale: il rapporto con l’altro fonda e dà senso all’identità psichica di ognuno».*

*(Molinari E., Cavaleri P. A., Il dono nel tempo della crisi, R. Cortina, 2015).





LEGGI ANCHE


CULTURA DEL «BEN-ESSERE»

22/04/2016Ben-essere: Dall’infanzia alla primaria: cambiamenti in corso!
05/04/2016La cultura del «ben-essere»: il Burn out … a scuola
18/03/2016Cultura del ben-essere: «il tatuaggio: ricerca dentro di sè»
04/03/2016Il perfezionista
19/02/2016Le triangolazioni in famiglia
05/02/2016I “non detti”
24/01/2016Il cinema oggi: ridere e non pensare
13/01/2016Esiste ancora, il senso del pudore?
12/12/2015Falsi ricordi
28/11/2015Un trauma … è per sempre?
11/11/2015Figli: risorsa inesauribile da cui apprendere
30/10/2015Le ingiunzioni
13/10/2015Nonni ricchezza per i nipoti
25/09/2015Educare: non si finisce mai di imparare …
10/09/2015La teoria del genere: esiste o non esiste?
24/07/2015Psicopatologia e potere politico
16/07/2015Quando finisce una storia …
10/07/2015Il paziente con Hiv: aspetti psicologici
03/07/2015Emigrare e accogliere: le due facce della medaglia
27/06/2015Giocare: un valore … ad ogni età!
19/06/2015«Gli esami non finiscono mai»
12/06/2015La sindrome del nido vuoto
05/06/2015Il senso di colpa
29/05/2015La spontaneità
22/05/2015Contraddizioni … o polarità?
15/05/2015«Io ti salverò»: la sindrome di Wendy
08/05/2015Rivelazioni in famiglia
01/05/2015Mobbing: che fare?
24/04/2015Mobbing: vessazioni sul posto di lavoro
17/04/2015La bugia patologica
10/04/2015L'eredità di Lubitz
26/03/2015 «Childfree»: una scelta tabù?
20/03/201550 anni: delicato “passaggio” … non solo al femminile
13/03/2015La speranza
06/03/2015La noia
27/02/2015La relazione che cura
20/02/2015La malattia … non solo limite
14/02/2015La profezia che si autoavvera
07/02/2015Pensiero magico
30/01/2015L'intimità
23/01/2015I pregiudizi
16/01/2015La psicologia del terrore
09/01/2015Essere un fan o vivere da fan?
19/12/2014 «Sopravvivere» … al Natale
12/12/2014Disturbi del sonno ed emotività
06/12/2014Il coraggio di «vivere senza paura»
29/11/2014Paura di tutto… paura di nulla (1° parte)
21/11/2014«… nel sogno l’esistenza si sveglia»
16/11/2014I sogni: enigma o realtà?
08/11/2014Relazione amicale e social netwok
31/10/2014L’influenza dei mass media sulla psiche: pro e contro
24/10/2014Dal cibo nelle relazioni, … alle relazioni con il cibo
17/10/2014Cibo e psiche
10/10/2014Grazie mamma, grazie papà
03/10/2014Corteggiare o abbordare?
26/09/2014La comunicazione … al di là delle parole
18/09/2014Cara «arte di comunicare» … dove sei finita?
12/09/201411 Settembre 2001
05/09/2014… E buon rientro!
31/07/2014Buona estate!
24/07/2014Depressione: quando è un problema?
18/07/2014Vacanza e… Psicologia
10/07/2014Parliamo di... omosessualità
03/07/2014♫ Basta un poco di zucchero ♫ ... ma la pillola, va giù?
26/06/2014La passione …
21/06/2014Violenza assistita
14/06/2014Il fenomeno dello stalking
05/06/2014Mi «arrabbio» … dunque «sono»
29/05/2014Il «confine» … tra me e te
23/05/2014Il Femminicidio
15/05/2014Luci e ombre
08/05/2014«… Tu fior della mia pianta …»
02/05/2014Dal «cuore» … alla pelle
24/04/2014Genitori in «difficoltà»
17/04/2014L’anoressia nervosa
10/04/2014Il corpo «parla». Non ascoltato … «urla»
03/04/2014Disturbo psicosomatico: malattia immaginaria?
27/03/2014Ossessione «sesso»
19/03/2014Shopping compulsivo
12/03/2014Identità «di genere», non … cultura «degenere»
05/03/2014«Marziani» ♂ e «Venusiane» ♀
27/02/2014Internet «dipendenza»
20/02/2014«Perchè ho scelto te?»
12/02/2014Mamme e papà: il valore delle differenze
05/02/2014A proposito di «stili educativi»
29/01/2014L'in-sano amore
22/01/2014Amore sano
15/01/2014Non più «piccoli», non ancora «grandi»
08/01/2014In caso di … adolescenza
18/12/2013La «parola»: strumento terapeutico
11/12/2013Attacchi di panico: il caos prende forma
04/12/2013«Incontrare» l’altro … per «incontrare» se stessi
27/11/2013Insieme …, ma forse «soli»
20/11/2013«Essere o non essere» …psicologo
13/11/2013…dallo psicologo? Nooo!
06/11/2013Considerando che … alcune riflessioni