Primo Piano Salute & Benessere Ultime notizie

Quando la patata fa ingrassare? Risponde la medicina

Quando la patata fa ingrassare? La patata fa ingrassare quando viene assunta tutti i giorni e quando viene accompagnata da salse già pronte come la maionese o il ketchup, perché contengono moltissimi zuccheri, nocivi soprattutto per i diabetici. la patata fa ingrassare quando viene assunta senza tenere conto di queste poche e semplici regole. Non aggiungere grassi nelle cotture della patata. Non consumare insieme a pasta, riso o pane, in modo da non aumentare il consumo di amido e zuccheri. Non mangiare la patata calda appena bollita ma farle raffreddare perché così si riduce l’indice glicemico. Non mangiare la patata senza olio di oliva perché altrimenti non rallenta la velocità con cui l’amido è digerito. Non mangiare la patata insieme alla frutta.

La patata lessa fa ingrassare? La patata lessa è buona e salutare. Il suo indice glicemico, però, è elevato e per questo si pensa che sia nemica della dieta. Alcune indagini scientifiche sottolineano che la patata è il cibo che maggiormente causa un aumento di peso nel corso del tempo. Esistono, però, alcuni stratagemmi che è possibile adottare per tagliare le calorie e limitare il rischio di prendere peso, anche mangiando la patata lessa un paio di volte alla settimana. Anzitutto occorre prestare attenzione ai condimenti utilizzati, senza esagerare con l’olio ed evitando le salse. E’ preferibile non abbinare la patata alla pasta e va consumata dopo averla lasciata raffreddare.

La patata americana fa ingrassare? Le statistiche dicono che, nei Paesi in cui la patata americana viene consumata spesso, con la buccia e cruda, per esempio in alcune zone del Giappone, il tasso di malattie come diabete e ipertensione è notevolmente più basso. La patata americana possiede anche altre sostanze benefiche. È ricca di fibre, contiene quantitativi elevati di alcune vitamine, come la C e betacarotene, oltre a minerali, tra cui potassio, ferro, manganese e calcio. Flavonoidi e antocianine antiossidanti, presenti in particolare nella buccia, consigliano di consumarla cruda. Le antocianine, infatti, si danneggiano con il calore. L’importante è accompagnarla a un grasso, come l’olio d’oliva.

La patata fritta fa ingrassare? Un studio americano sostiene che mangiare la patata fritta due o tre volte alla settimana ha un rischio di mortalità decisamente maggiore rispetto a chi mangia patate non fritta. Sotto accusa è la patata che si mangia nei fast food. Questo è uno dei cibi che fanno ingrassare di più in assoluto. Forse peggiori non ce ne sono. Chi mangia patata fritta assiduamente può prendere anche un chilo e mezzo ogni anno. Cucinarla in casa la fa diventare più salutare. La patata fritta è lo snack per eccellenza e uno dei cibi che fa ingrassare di più.

La patata è un cibo che sazia? Sì. La patata è al primo posto tra i cibi che saziano di più. Dopo la patata, infatti, troviamo pesce, farina d’avena, mele, arance, pasta integrale, manzo, fagioli, uva, pane integrale e popcorn. La patata sazia più del pane. Secondo una ricerca americana condotta sul potere saziante di 38 cibi, la patata bollita, a parità di calorie, ha un indice di sazietà molto alto, che supera di circa tre volte quello del pane e delle patatine fritte. Il segreto è di lasciarle raffreddare prima di portarle in tavola, per mangiarle, perché l’indice glicemico si riduce.

L’articolo Quando la patata fa ingrassare? Risponde la medicina sembra essere il primo su Cefalunews.