prodotti-madoniti

La scacciata delle Madonie al peperoncino: visita il sito

La scacciata delle Madonie e “U Piparieddu” . Come per la provola il connubbio tra il sapore della scacciata e l’aroma brioso del peperoncino rosso frantumato genera un formaggio maggiormente orientato all’assaggio sfizioso di un antipasto rustico pieno della ricchezza aromatica e note fruttate dei pascoli unici delle Madonie. Come per gli altri vaccini al peperoncino anche la scacciata apprezza la compagnia di vini dotati di altrettanto carattere, rossi ben strutturati siciliani in primis volendo rispettare una sorta di tradizione. Ma non essendo il piccante frutto di stagionatura anche un novello fresco o un rosato con personalità posso offrire il giusto equilibrato contrasto nel dialogo con il peperoncino rosso).

Metodo di produzione della Scacciata delle Madonie al peperoncino. Il latte proveniente dalla munta serale e mattutina viene miscelato e portato alla temperatura di coagulazione di 37 °C. Viene immesso il caglio in ragione di Gr. 40 x Hl di latte. Il tempo di presa e di rassodamento si aggira intorno ai 40 minuti. Rottura della cagliata delicatamente con spino fino alla formazione di granuli della dimensione di chicchi di mais. Raccolta della cagliata e messa a spurgare su tavolo aspersorio. Temperatura e tempi di acidificazione variabili in base all’andamento termico stagionale. pH di lavorazione della tuma : 5.1. La tuma acida viene finemente frantumata e posta a filatura in acqua calda a 60 °C. Vengono formata scacciate di grandezze intorno a 0.500 g. e poste in salamoia satura (21 ° Bè) per un periodo di 3 ore per 0.500 g di prodotto. Dopo la salamoia vengono poste ad asciugare in locali a temperatura (16 °C) e umidità controllata (70%) per circa 2 giorni dopo di che vengono confezionate in sottovuoto e da tenere a temperatura da 0 a+4c.

Formato
Da Kg 0,5. Su richiesta anche da 1 kg.

 

Visita il sito del caseificio Mantegna.