• Home
  • Festa
  • Caltavuturo: la festa di san Calogero, il santo nero
Festa

Caltavuturo: la festa di san Calogero, il santo nero

A Caltavuturo la festa di San Calogero Eremita si celebra il sabato precedente la tradizionale “Sagra del Pane”, durante la quale le donne di ogni famiglia preparano “I Pani di San Calogero” nelle forme raffinate, raffiguranti bambini, animali domestici, mani, piedi. I festeggiamenti si svolgono nella piazza accanto alla Chiesa dell’Immacolata. Si comincia il sabato, dopo la celebrazione della santa messa, con la benedizione e la distribuzione dei pani votivi ai fedeli. Sono diverse le persone, infatti, che arrivano dai paesi vicini, per effettuare il “viaggio” con le “offerte” a San Calogero. In chiesa portano una cesta con dentro pane realizzato in casa con lievito naturale. Le ceste vengono disposte dinanzi all’altare, su di un grande tavolo costruito per l’occasione, visto che, in questi ultimi anni, la cerimonia religiosa, per far fronte all’innumerevole presenza di devoti, si svolge all’aperto.  La domenica pomeriggio si svolge la Processione del Simulacro del Santo nero e della reliquia per le vie cittadine. Tra le manifestazioni che si svolgono in occasione di questa festa si segnala «A sudura»: una rievocazione dell’antica vita contadina caltavuturese. Uno spettacolo articolato che sintetizza come si svolgevano le giornate dei contadini. Vengono presentati cicli produttivi, momenti di festa, giochi tradizionali e scene di corteggiamento che bilanciavano il duro lavoro.