Contributi turismo: chi resta a guardare?

Fra le prime 159 ditte che otterranno il finanziamento ben 9 sono localizzate a San Vito Lo Capo. Sulle Madonie, invece, ve ne sono dodici

Redazione - martedì 22 aprile 2014 - Cefalù

In Sicilia vengono assegnati finanziamenti comunitari per trenta milioni di euro ma Cefalù ancora una volta resta a guardare. La Regione siciliana ha stilato la graduatoria per assegnare i soldi per interventi di riconversione e riqualificazione di alberghi, motel, campeggi, o per creare itinerari naturalistici o per realizzare reti di bed & breakfast e paesi hotel. Sono 159 le imprese siciliane che hanno ottenuto tra i 50 mila e 200 mila euro di finanziamento. Scorrendo questo elenco si scopre che non c’è alcuna ditta cefaludese. Per trovarne qualcuna bisogna andare in fondo alla graduatoria. Si scopre così che a presentare domanda di finanziamento sono state cinque ditte che facevano riferimento alla città di Cefalù. Quattro di queste realtà che intendono localizzare la loro attività a Cefalù hanno sede a Palermo. La prima di queste si trova in graduatoria al 410° posto. Le altre si trovano al 508°, 682°, 931°. Una sola ditta ha sede a Cefalù dove ha chiesto di localizzare la sua attività. In graduatoria, però, si trova al 957° posto.

Fra le prime 159 ditte che otterranno il finanziamento ben 9 sono localizzate a San Vito Lo Capo. Sulle Madonie, invece, ve ne sono quattro a Soprana, tre a Geraci, due a Collesano ed una ciascuna a San Mauro, Gratteri e Petralia Sottana. Perché Cefalù resta sempre a guardare?

E' possibile commentare l'articolo, nell'apposito spazio sotto, solo se si possiede un account regolarmente registrato su un social network. Per questo cefalunews non è responsabile per ciò che si scrive nei commenti. La responsabilità di ciò che riporta ogni commento è del suo autore: identificato con precise generalità che vengono registrate negli archivi del social network nel momento in cui si iscrive e ottiene un proprio account

.