Opinioni.

Divorzio breve: studi legali e normativa

venerdì 18 aprile 2014


Finalmente arriva la notizia: da maggio potrebbe essere attiva la nuova legge che riduce a un anno il tempo che occorre per divorziare.
Che sia lungo o breve, certo che la pratica del divorzio non è mai un evento sereno, spesso costellato di traumi umani, oltre che dei tentativi di salvaguardare il proprio conto in banca e la propria incolumità. Per non parlare dell’affido dei figli, che a volte diventano oggetto di scambio di ricatti e ripicche, invece che considerare il loro bene in assoluto al primo posto.
Tornando al divorzio breve, il tempo minimo dovrebbe essere abbassato a nove mesi in caso di assenza di figli minori, il che è un bel passo avanti per mettersi in linea con le direttive europee. Tant’è che alcune coppie hanno già iniziato a trovare le falle nelle maglie della giurisprudenza, che permettono loro di divorziare in meno tempo se entrambi i coniugi appartengono all’UE.
Molte coppie si rivolgono a uno studio legale per risolvere le proprie diatribe in sede di separazione.
Quindi diventa fondamentale affidarsi a dei professionisti che conoscano non solo approfonditamente le leggi in materia, ma che abbiano anche la sensibilità umana per mediare le controversie tra gli ex-coniugi (vedi ad esempio lo studio legale Lombardo, specializzato in separazioni e divorzi)
In mancanza di questi fattori, c’è il rischio di un gioco al massacro in cui le ripicche e gli interessi economici prendono il sopravvento sui fattori di buon senso. E’ per questo che l’abbrevio dei tempi per divorziare può essere visto come un fattore molto positivo, perché impediscono l’incancrenirsi di situazioni che con il tempo possono peggiorare, anziché affievolirsi.
Infatti dietro alle definizioni sommarie di “femminicidio” o “infanticidio” dalle cronache, si nascondono in realtà dei drammi familiari insostenibili per entrambi le parti.
Basti ricordare che sono soprattutto i coniugi separati a infoltire la schiera dei nuovi poveri, e il costo di dover mantenere due case, e doppio reddito diventa un costo insostenibile.
Possiamo concludere che divorziare è diventato più veloce… ma costa sempre di più in termini di danno psicologico ed economico.



E' possibile commentare l'articolo, nell'apposito spazio sotto, solo se si possiede un account regolarmente registrato su un social network. Per questo cefalunews non è responsabile per ciò che si scrive nei commenti. La responsabilità di ciò che riporta ogni commento è del suo autore: identificato con precise generalità che vengono registrate negli archivi del social network nel momento in cui si iscrive e ottiene un proprio account

.