Palazzetto: sequestrato perchè senza agibilità

La prima gara vi si è disputata il 31 ottobre del 1983 quando il Bk Cefalù ha vinto sull’allora capolista Dinamo Palermo

Mario Macaluso - mercoledì 16 aprile 2014 - Cefalù

Sequestrato il palazzetto dello sport di via Aldo Moro. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal gip del Tribunale di Termini Imerese che ha riscontrato una mancata omologazione alle norme sulla tutela degli spettatori. I sigilli sono stati messi dalla squadra dei poliziotti di Manfredi Borsellino nella serata di venerdì. La società ha annunciato che metterà a norma l'impianto per averne la disponibilità sin dalla prossima gara interna del 27 aprile. Sotto sequestro è stato posto tutto l’impianto anche se sempre la società pare orientata a sbloccare la situazione per arrivare presto ad un parziale dissequestro del parquet per consentire la ripresa degli allenamenti per quanti frequentano la scuola basket.

Domenica scorsa, prima dell’incontro di basket contro il Siracusa, al presidente della Zannella basket era stato annunciato che l’incontro si sarebbe dovuto effettuare a porte chiuse e senza pubblico. Totò Marsala, però, non se la sente di privare i tifosi dello spettacolo sportivo e fa entrare lo stesso gli spettatori. Al sequestro si è arrivati in seguito ad una denuncia anonima alla Questura sulla non agibilità del campo. Il problema del palazzetto, infatti, è proprio legato alla sua agibilità e al numeroso pubblico che arriva per gli incontri casalinghi. Non c’è, infatti, la licenza da parte della Questura perché non esiste il pronunciamento della commissione comunale di vigilanza sul numero di spettatori che possono assistere in sicurezza gli incontri di basket che si tengono all’interno del geodetico di via Moro. Ad emettere il provvedimento di sequestro è stato il gip Stefania Gallì. La società adesso dovrebbe trasferirsi per gli ultimi incontri del campionato nel palazzetto di Mazzaforno come è accaduto già lo scorso anno. In alternativa si starebbe tentando di accelerare la procedura per arrivare al tanto atteso certificato di agibilità per chiudere l’istruttoria davanti alla commissione di vigilanza comunale.

Il palazzetto di via Moro è stato costruito agli inizi degli anni ’80, quando dopo una meritata promozione nel campionato di serie D, e in assenza di strutture nella cittadina normanna, soci e sportivi con l’aiuto del futuro presidente Nando Zannella ne decisero la nascita. La prima gara vi si è disputata il 31 ottobre del 1983 quando il Bk Cefalù ha vinto sull’allora capolista Dinamo Palermo. Sul parquet oggi giocano circa centocinquanta fra bambini e ragazzi che fanno parte della scuola basket della società. Nella stessa struttura trovano ospitalità gli alunni della scuola elementare per le attività di motoria. A livello agonistico, invece, vi si allenano gli atleti della prima squadra e gli under 17. L’impianto funziona tutti i giorni dalle ore 15 alle ore 23.

E' possibile commentare l'articolo, nell'apposito spazio sotto, solo se si possiede un account regolarmente registrato su un social network. Per questo cefalunews non è responsabile per ciò che si scrive nei commenti. La responsabilità di ciò che riporta ogni commento è del suo autore: identificato con precise generalità che vengono registrate negli archivi del social network nel momento in cui si iscrive e ottiene un proprio account

.