Distretto turistico.

Andare avanti senza perdere ancora tempo

Francesco Dolce

sabato 12 aprile 2014
Redazione

«Siamo stati catapultati e coinvolti in polemiche assurde e per nulla edificanti. Essere soci del distretto non vuol dire "conoscere" i fatti che hanno portato e determinato la rottura del cda. Non eravamo alle riunioni,non potevamo "esserci". C’era un presidente in buona compagnia: otto consiglieri. Per quanto ci riguarda hanno avuto uguale peso e responsabilità». A parlare è Francesco Dolce un socio del distretto turistico. «Basta vogliamo futuro» dice in una nota che ha inviato a cefalunews. «A seguito delle innumerevoli parole scritte e spese, nella nostra semplice qualità di soci del distretto turistico, ci terremmo in modo particolare ad esplicitare alcune precisazioni. Vogliamo andare avanti, vogliamo futuro, vogliamo sviluppo per un territorio fantastico. Vogliamo una nuova governance: equilibrata, trasparente, ricca di idee. Basta si è’ perso troppo tempo». E a proposito di Ats con Sosvima, Francesco Dolce così chiude: «ha funzionato, sta funzionando e ha dato i primi frutti. Presidente Ficile, andiamo avanti».



E' possibile commentare l'articolo, nell'apposito spazio sotto, solo se si possiede un account regolarmente registrato su un social network. Per questo cefalunews non è responsabile per ciò che si scrive nei commenti. La responsabilità di ciò che riporta ogni commento è del suo autore: identificato con precise generalità che vengono registrate negli archivi del social network nel momento in cui si iscrive e ottiene un proprio account

.