Rally.

La Targa Florio parte da Piazza Duomo

mercoledì 9 aprile 2014
Redazione

Lo rende noto il programma ufficiale dell'Aci Palermo. Dopo la cerimonia di partenza, l'8 maggio ore 20.30 da Palermo - “Piazza Politeama” (P.zza Castelnuovo), il 9 maggio questo il programma:
dalle ore 8.00 Incolonnamento di Partenza Belvedere – Termini Imerese
dalle ore 9.00 Partenza Piazza Duomo – Termini Imerese
dalle ore 12.28 Ingresso Riordino
dalle ore 16:13 Ingresso Riordino
dalle ore 19.15 Arrivo della 1^ Tappa Piazza Duomo – Cefalù
ore 21.15 orario limite entro il quale il Concorrente dovrà comunicare al Direttore di Gara la sua intenzione di ripartire il giorno successivo c/o Direzione Gara - MareLuna Village – Contrada Pistavecchia – Campofelice di Roccella
ore 21.30 Pubblicazione dell’ordine di partenza della 2^ tappa
10 MAGGIO
dalle ore 8.00 Uscita Parco Chiuso Cefalù
dalle ore 9.00 Partenza 2^ Tappa Piazza Duomo – Cefalù
dalle ore 11.58 Ingresso Riordino Via Roma - Collesano
ore 14.40 Pubblicazione elenco delle vetture da verificare c/o Direzione Gara - MareLuna Village – Contrada Pistavecchia – Campofelice di Roccella
dalle ore 14:40 Ingresso Riordino c/o Targa Florio Village - MareLuna Village – Contrada Pistavecchia – dalle ore 15.30 Arrivo del Rally Premiazione sul podio Parco Chiuso Piazza Giuseppe Garibaldi – Campofelice di Roccella
ore 15.45 Verifiche tecniche finali Campofelice di Roccella
ore 16.15 Pubblicazione della Classifica Finale Provvisoria
La partenza da Piazza Duomo era stata annunciata nelle Sala delle Capriate nel corso di un incontro con Marco Rogano, Direttore Generale dell'ACI Sport. Il Sindaco Rosario Lapunzina si era così espresso: "sono molto lieto di porgervi il saluto in occasione di questa riunione che sono orgoglioso di ospitare nella mia città. Ritengo che l’incontro odierno debba essere un primo momento per mettere a frutto un comune intendimento e una volontà che ritengo essere condivisa da tutti: tornare a far annoverare la Targa Florio tra i grandi eventi sportivi e rilanciare, insieme ad essa, l’importanza dei nostri territori. Sappiamo bene che la Targa Florio non può e non deve essere considerata una gara automobilistica qualsiasi. Essa non solo ha il felice primato di essere la più antica del mondo, ma è una manifestazione che, nella sua storia, è sempre andata oltre l’ambito sportivo per rappresentare una pagina di storia della Sicilia e del territorio Madonita.
In oltre un secolo il rombo dei motori dei bolidi che si inerpicano negli stretti tornati delle strade di montagna e attraversano le strade dei nostri paesi ha rappresentato, la voglia di progresso, di riscatto e di sviluppo del nostro territorio.
Come capita nella vita a momenti di gloria, sono seguiti momenti meno belli, la crisi economica, i cambiamenti sociali e culturali, il profondo mutare della tecnologia, hanno inciso sul modo di essere di questa competizione sportiva.
Ancora una volta credo che la Targa Florio sia una metafora dei tempi che stiamo vivendo. Vogliamo che essa riprenda il ruolo che merita nell’ambito delle grandi gare automobilistiche internazionali, allo stesso modo in cui vogliamo che Cefalù e le Madonie riconquistino, in ambito turistico, il ruolo di primo piano cui hanno diritto. In tal senso la “Targa Florio” può essere un formidabile volano di promozione".



E' possibile commentare l'articolo, nell'apposito spazio sotto, solo se si possiede un account regolarmente registrato su un social network. Per questo cefalunews non è responsabile per ciò che si scrive nei commenti. La responsabilità di ciò che riporta ogni commento è del suo autore: identificato con precise generalità che vengono registrate negli archivi del social network nel momento in cui si iscrive e ottiene un proprio account

.